Alla memoria: Sacco e Vanzetti 23 agosto 1927

09 febbraio 2017 admin.

Sacco e Vanzetti, vittime innocenti 23 Agosto 1927 Io non augurerei a un cane o a un serpente, alla più bassa e disgraziata creatura della Terra — non augurerei a nessuna di queste ciò che ho dovuto soffrire per cose di cui non sono colpevole. Ma la mia convinzione è che ho sofferto per cose di cui sono colpevole. Sto soffrendo perché sono un radicale, e davvero io sono un radicale; ho sofferto perché ero un Italiano, e davvero io sono un Italiano […] se voi poteste giustiziarmi due volte, e se potessi rinascere altre due volte, vivrei di nuovo per fare quello che ho fatto già.” (dal discorso di Vanzetti del 19 aprile 1927, a Dedham, Massachuttes )

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.